Mixer Pioneer s9

Visitando gli Studi di Red Bull a Tokio, ho avuto la possibilità di assistere a diversi Workshop e di testare varie attrezzature da dj, tra cui il nuovo mixer della Pioneer S9.
Piccola premessa: sono un felice Rane possessore e faro’ dei paragoni con i mixer della Rane partendo proprio dal crossfader.
Stiamo parlando di un crossfader magnetico come quelli che utilizza la Rane ma con dei features in più.

Per prima cosa è che possiamo regolare il Feeling (impossibile su rane 62 o 57mk2), possiamo regolare (tramite il software) il Cut In e modificare i Bumpers
che sono delle placchette rimovibili all’interno del crossfader, in base a come siamo abituati a scratchare (rane o vestax style).

Addirittura si parlava che ha un minor delay (ritardo) tra software e hardware rispetto al 62 e al 57mk2.

Gli Fx interni, Eq, Filtri presenti in questo mixer sono ottimi, nulla da invidiare a Rane 62.
I pad multi colore sono meglio di entrambi i Rane, forse un po’ troppi per mi miei gusti.

Le parti negative di questo mixer sono:

Il crossfader quando dobbiamo andare a lubrificarlo e a pulirlo. Per chi è un Rane dj sa cosa intendo.
La Rane contiene 3 crossfader e l’S9 solo 1 crossfader e 2 upfader (a contatto).
Tutti quei pad non sono associati per deck A e B ma sono in sync insieme (pecca enorme per chi usa i sampler in deck A e i cue point su deck B).
Problema risolvibile mappandolo manualmente.
DJ Kut Real